dr. Roberto Pietro Stefani - medico chirurgo specialista in odontostomatologia - 040 765452 - via S. Nicolò, 22 - 34121 Trieste

Osteopatia

Per valutare e correggere l’apparato masticatorio quando il suo malfunzionamento si ripercuote su altri sistemi o in altre parti del corpo, in accordo ad un approccio olistico ai problemi della salute

osteopatia
Ricerca rapida
Osteopatia

L’osteopatia è quella branca della medicina che attraverso l’utilizzo di un vasto insieme di tecniche manuali, dette manipolazioni osteopatiche, si pone come obbiettivo di ripristinare le funzioni corporee alterate.

Il principio fondante dell’osteopatia è che “la vita è movimento” (A.T.Still) o meglio che la vitalità del nostro corpo si esprime attraverso la presenza di una corretta ed organizzata motilità di tutte le parti che lo compongono.

La presenza, l’assenza o il difetto di tale motilità rappresentano i livelli di vitalità e costituiscono per l’osteopata i riferimenti da analizzare quando formula una diagnosi o intraprende una terapia.

“L’Osteopatia si basa sulla perfezione del lavoro della Natura. Quando tutte le parti del corpo sono in ordine stiamo bene. Quando non lo sono la conseguenza è la malattia. Quando le parti vengono riaggiustate la malattia lascia il posto alla salute. Il lavoro dell’osteopata consiste nell’aggiustare il corpo portandolo dalla anormalità alla normalità; dopodiché la condizione anomala cede il posto alla condizione normale e la salute ne è il risultato.”Così scriveva Andrei T. Still (1828-1917) nella prefazione al suo ultimo libro intitolato Osteopathy : research & practice” (Kirksville, Missouri – 1910) in cui prendeva in esame ciascuna regione del corpo e descriveva i suoi metodi di diagnosi e di trattamento delle specifiche patologie.

 

L’osteopatia è a tutti gli effetti una medicina manuale in quanto diagnosi e terapia vengono svolte quasi esclusivamente attraverso l’uso della sensibilità delle mani.

 

Nel corso delle manipolazione osteopatica le mani dell’osteopata ricercano in sostanza quei difetti di movimento, quelle asincronie, quei blocchi che possono essere oltre al segno spesso la causa dei problemi di salute manifestati dal soggetto. Partendo dalla valutazione dei singoli settori funzionali egli passa progressivamente ad una valutazione più ampia della organizzazione e integrazione dei sistemi.

L’approccio osteopatico non sottovaluta però mai le correlazioni che possono esistere tra l’aspetto biomeccanico della funzione valutata e le sue altre componenti: metabolica e psichica, per cui questo metodo di indagine permette una valutazione dello stato di salute del paziente a tutto tondo.

Si tratta quindi di un approccio cosiddetto olistico (globale) che prevede la risoluzione dei singoli problemi di salute attraverso la rifunzionalizzazione di tutto l’organismo.

Solo quando la motilità corporea generale viene riacquistata si ha la conferma che le singole funzioni corporee che la costituiscono stanno svolgendo correttamente il compito loro richiesto.

All’interno di questo ritrovato equilibrio generale è il sistema stesso a completare il lavoro e a risolvere i problemi di salute del soggetto.

La manipolazione osteopatica è utile in tutti i problemi di salute ma risulta particolarmente indicata in quei casi, definiti disfunzionali, in cui non si sia ancora verificata una vera e propria compromissione della struttura per cui si è in presenza di quadri patologici ancora totalmente reversibili e quindi riabilitabili.

 

L’apparato masticatorio viene sempre tenuto in ampia considerazione dall’osteopata durante la sua valutazione sia per l’importanza che le sue funzioni rivestono (v. Gnatologia) sia per la posizione rilevante che esso occupa all’interno dei sistemi di funzionamento corporeo.

Tale rilevanza può condizionare tutto il sistema in maniera significativa.

E’ quindi molto utile in questo contesto la collaborazione tra osteopata e odontoiatra per intervenire tempestivamente con una diagnosi opportuna e formulare in maniera congiunta un appropriato approccio terapeutico. (v. BMA e Focus ATM/DCCP/POSTURA).

 

Prestazioni
  • Valutazione osteopatica
  • Regolazione osteopatica del bite
  • Trattamento osteopatico dei muscoli masticatori
  • Trattamento osteopatico dell’ATM
  • ...
Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom