dr. Roberto Pietro Stefani - medico chirurgo specialista in odontostomatologia - 040 765452 - via S. Nicolò, 22 - 34121 Trieste

Le risposte alle domande più frequenti sull'odontoiatria conservativa

ODONTOIATRIA CONSERVATIVA

E’ sempre possibile curare e conservare un dente?

Il corretto approccio odontoiatrico prevede sempre di fare tutto quanto sia clinicamente e tecnicamente possibile per la conservazione degli elementi dentari presenti nella bocca.

Esistono tuttavia delle situazioni per le quali tale mandato non sia sufficiente.

Ciò che è corretto chiedersi in questi frangenti è: quale durata avranno questi denti così trattati?

A quali conseguenze andranno in contro le strutture vicine come osso e gengiva se tali denti rimarranno in bocca? Quali e quante opportunità di recupero della funzione masticatoria generale avrò quando questo dente arriverà al punto di dover essere estratto?

Tali sono le domande che il dentista si deve porre e che deve in qualche maniera porre anche al proprio paziente al fine di poter condividere una soluzione che soddisfi le aspettative del paziente e nel contempo rispetti le funzioni del sistema.

 

La sensibilità al freddo è sintomo di carie?

L’eccessiva sensibilità al freddo è un sintomo da tenere in seria considerazione poiché esso può essere il segnale di diversi problemi e non esclusivamente della presenza di una carie.

Può essere anche causata dalla usura dei colletti dentari , da un sovraccarico masticatorio di un dente recentemente otturato e rimasto occlusalmente alto, dalla presenza di una malattia parodontale che provocando l’infiammazione dei tessuti circostanti il dente ne procuri la sensibilizzazione al freddo, da una eccessivo sovraccarico dei denti sottoposti a parafunzione quali bruxismo o serramento.

 

Le otturazioni in amalgama vanno rimosse?

Negli ultimi anni si è molto parlato della possibile tossicità delle otturazioni in amalgama (mercurio). Di fatto però non esiste a tutt'oggi una ricerca scientifica che avvalori questa ipotesi anche se molte situazioni di inquinamento ambientale da metalli si sono dimostrate pericolose per la salute dell’uomo.

Alla luce di tali ragionamenti sembra opportuno fare una scelta di convenienza che senza demonizzare l’amalgama ne sconsigli l’utilizzo anche perchè nuovi materiali hanno dimostrato di essere altrettanto validi.

Personalmente consiglio semplicemente di sostituire le otturazioni in amalgama quando dimostrano di non essere più in grado di proteggere adeguatamente il dente.

Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom * Lo studio RPS utilizza le più moderne apparecchiature: laser a diodi, elettromiografo, pedana stabilometrica, bisturi piezo-elettrico, rilevatore di carie a trans-illuminazione, lampada per sbiancamento Zoom